Gianvito-Tracquilio-Performance-life-coach-public-speaking

LIFE COACHING: L’ADOLESCENTE PARLA

L’ADULTO ASCOLTA

LIFE COACHING GLI ADOLESCENTI PARLANO,IMPARIAMO AD ASCOLTARLI! 

Lavorare al fianco degli adolescenti e aiutarli a prendere visione dei propri talenti e infinite risorse, è indubbiamente un lavoro gratificante e rigenerante e ad essi io ho riservato un percorso specifico ASCOLTA L’ADOLESCENTE

I motivi per i quali chiedono un sostegno sono sempre diversi ma collegati da un filo comune: la mancanza di fiducia e la bassa autostima. 

Poi a cascata arriva il loro sentire: 

  • mi sento tra l’incudine e il martello
  • mi sento invisibile
  • non riesco a farmi capire
  • i miei genitori vogliono tenermi sotto controllo
  • e se fosse mia la colpa della loro separazione?
  • a volte ho la sensazione di non esistere 

e tanto altro arriva pesante in fondo al cuore.

Nella convinzione limitante dei giovani ragazzi che incontro c’è sempre il senso di inadeguatezza dovuto ad un senso di colpa di cui non dovrebbero farsi carico. 

Poi entra in gioco il sentirsi merce di scambio di dolori, rivendicazioni, piccole ripicche tra i genitori che rendono ogni ambiente dove il ragazzo si trova a vivere, indiscutibilmente pruriginoso ai sensi. 

Quando conobbi il 19 enne Filippo (nome falso per motivi di privacy), il suo nodo principale da sciogliere era quello di ritrovare una relazione sana con suo padre per il quale sentiva di non essere mai abbastanza. 

Suo papà aveva la grande capacità di farlo sentire carta stropicciata con il suo linguaggio verbale del tutto inappropriato per un qualsiasi giovane adolescente. 

Ogni occasione di incontro diventava così un momento di  scontro dove Filippo con il tempo  ha iniziato a cedere sempre più velocemente finanche non si è trovato annullato:  “Pur di non far arrabbiare papà faccio due passi indietro”.

Ma Filippo non sapeva che stava già 4 passi avanti al suo obiettivo perchè in quel frangente di tristezza e dolore aveva iniziato a disinnescare, indietreggiava, ma non si arrendeva. 

Life coaching: ascolta l’adolescente, ascolta i suoi valori

“Voglio far capire a mio padre come mi sento quando lui esercita un certo tipo di comunicazione nei miei riguardi, voglio parlargli dei miei sogni, di quello che a breve deciderò di fare all’università e non voglio essere continuamente giudicato e non ascoltato, controllato e non responsabilizzato. Il suo atteggiamento nei miei confronti oltre a farmi sentire inadeguato mi toglie autostima e fiducia in me stesso generando in me uno stato di ansia che non mi appartiene.

Filippo è il figlio che tutti noi vorrebbero avere, vi giuro: Valori etico sociali altissimi, intelligente, aggregante, va bene a scuola, molto bene, non ha  grilli per la testa, si da da fare onestamente per non far pesare le sue spese ai genitori e tanto tanto altro. 

Abbiamo iniziato il nostro viaggio partendo dai valori che Filippo sentiva di bassa carica energetica  rispetto al suo obiettivo:

PERSEVERANZA | AUTOSTIMA | COMUNICAZIONE  | DETERMINAZIONE  | PERDONO 

Abbiamo poi condiviso un piano di azione per ogni valore oltre che  a lavorare con un diario che ci ha permesso di accogliere tutte le emozioni che arrivavano dal vissuto quotidiano e che poi, sessione dopo sessione, aggiungevano argomenti su argomenti i quali successivamente venivano supportati da  diversi esercizi cognitivi da fare durante il giorno per accendere la miccia emotiva. 

ASCOLTA L’ADOLESCENTE: QUEL CHE PENSO DI ME, QUEL CHE PENSANO GLI ALTRI DI ME.

Durante il viaggio abbiamo domandato ai nostri compagni di vita (famiglia, amici, parenti, colleghi) quali talenti ci riconoscano e inaspettatamente abbiamo preso possesso di tantissime informazioni che sosterranno Filippo durante questo viaggio di cambiamento personale. 

Capito come accogliere e ascoltare le nostre emozioni, nella consapevolezza di avere una moltitudine di talenti e risorse a nostra disposizione, abbiamo iniziato a parlare con il nostro MisterX, colui che è li dentro il nostro cervello come una pulce.  MisterX  ci comunica la nostra incapacità a fare, portare avanti un progetto, un  sogno, questo è quel che crediamo.  

In realtà MisterX, come insegna Phil Stutz, Psichiatra americano autore del libro “Metodo”, lui è li per stuzzicarci e metterci alla prova e quando la prova è superata, MisterX diventa il nostro fido alleato e come per magia le nostre emozioni escono dallo stato di congelamento.

LIFE COACHING: L’ADOLESCENTE EVOLVE, DIAMOGLI STRUMENTI VALIDI

Gli elementi iniziano a miscelarsi gli uni con gli altri e con i vari strumenti messi a disposizione durante il viaggio le antenne emotive diventano altamente ricettive e  permettono a Filippo  di canalizzare le emozioni per poi passare alla pratica con le varie metodologie ricche di esercizi sulla comunicazione efficace che rientrano di diritto in un processo di cambiamento ed evoluzione: comunicare in maniera efficace. 

E mentre questo processo viene messo in moto, inizia la gratitudine, quella sensazione piacevole di godere del bello che l’universo ci porta come dono per far si che il nostro sogno, il nostro obiettivo si raggiunga nel  più breve tempo possibile,  fino alla pianificazione strategica del nostro obiettivo: comunicare meglio con il papà  e ricostruire una relazione sana che si regga sulla reciproca fiducia. 

Iniziamo a lavorare sulle domande aperte che non giudicano, che fanno riflettere, che permettono di cambiare il punto di osservazione di entrambe le parti. Le domande aperte che generano consapevolezza e che ci aiutano, in fase di relazione con l’altro di agganciare nella sequenza giusta, il cervello rettile, il limbico e infine la Neo corteccia.

Ed ecco che come per Magia, sessione dopo sessione, escono fuori le certezze, le domande da porre, quando porle. Filippo mette sul tavolo ciò che sente, condivide lo stato d’animo dal quale si vuole allontanare per far si che i suoi personali progetti di vita personali e professionali possano realizzarsi. 

life coaching: l'adolescente parla, l'adulto ascolta
Lavorare al fianco degli adolescenti e aiutarli a prendere visione dei propri talenti e infinite risorse, è indubbiamente un lavoro gratificante e rigenerante.

Qual è il motivo della sua mancanza di fiducia nei suoi confronti?

Quali saranno le conseguenze future sulla vita di Filippo se suo padre continuerà a relazionarsi in maniera negativa?

È questo quel che vuole suo papà? 

Ed in questa prima fase ben pianificata, esce fuori il Filippo oggi, cosa voglio essere domani e  cosa sto facendo per far si che questo avvenga. 

Dopo aver agganciato cervello rettile con il limbico passiamo alla Neo Corteccia, l’azione che porterà al NOI, io e mio padre, insieme, per la gioia comune di riconoscere a sostenere i punti di forza per entrambi.

Quel NOI è la parte poetica del mio lavoro di Coach a sostegno dell’individuo che desidera fortemente mettersi in discussione. 

  • Cosa posso raccontarti di me che non sai e vorresti conoscere?
  • Cosa ti piacerebbe fare insieme? 
  • Come possiamo migliorare il nostro rapporto
  • Vorresti sapere cosa mi appassiona? 
  • Tu per me sei importante. 

LIFE COACHING: LE ASPETTATIVE ACCOLTE E NEGATE

Davanti a questo piano di comunicazione strategica per riavvicinarsi in maniera costruttiva al padre, arriva la parte più difficile: “e se mio padre rimanesse nella sua posizione e nei suoi atteggiamenti?” 

Potrebbe anche capitare questo ma Filippo oggi, a differenza di prima, in quel prendersi cura di se è pronto ad accettare e a disinnescare il fatto che suo padre cambi atteggiamento o meno. 

Filippo si impegnerà per raggiugnere i suoi obiettivi anche senza di lui.  Preferirebbe indubbiamente il contrario ma è pronto ad accogliere la mancanza di volontà del padre e farsene ragione. 

Indubbiamente oggi, le inutili lamentele, mugugni, la comunicazione tossica del papà non faranno più far  sentire Filippo, inadeguato e carta stropicciata. 

Lasceremo andare in alto i pensieri negativi, perdoneremo e andremo avanti per  le rispettive strade senza alcun senso di colpa. 

life coaching: l'adolescente parla, l'adulto ascolta
Lavorare al fianco degli adolescenti e aiutarli a prendere visione dei propri talenti e infinite risorse, è indubbiamente un lavoro gratificante e rigenerante.

Questo è quello che accade in un percorso di coaching di cambiamento e trasformazione della persona in ottica di prendersi cura di se. 

Che tu sia adulto, coppia coppia genitoriale, adolescente, professionista con un team da gestire, il mio programma di Coaching “protagonista della tua vita”, ti sosterrà nel raggiugnere il tuo obiettivo di cambiamento desiderato nella tua vita personale quanto professionale. 

Scrivi a coach@gianvitotracquilio.it o cliccando su questo link, accedi al form pre compilato per accedere alla tua call completamente gratuita per capire se insieme siamo compatibili per fare questo viaggio di trasformazione di cui senti il forte bisogno.

LIFE COACHING: L’ADOLESCENTE PARLA

Indice dei contenuti

Articoli correlati

life coaching: l'adolescente parla, l'adulto ascolta