Gianvito-Tracquilio-Performance-life-coach-public-speaking

5 COACHING: PROTAGONISTA O COMPARSA DELLA TUA VITA?

CON IL COACHING SICURAMENTE PROTAGONISTA

Prendersi cura di se stessi è il primo passo per liberarsi le spalle da pesi e sensi di colpa ingombranti quando si decide di fare un percorso di cambiamento ed evoluzione.

Sono passati 10 anni, avevo 43 anni e 2 figli adolescenti, la responsabilità sulle spalle come genitore.

Ritrovare un lavoro fu la cosa più difficile per i primi 5 mesi. Ricordo la quantità di Cv inviati senza alcuna risposta, momento molto umiliante, con un calo di autostima vertiginoso.

Avevo una buona uscita che mi avrebbe tenuto al riparo per 15 mesi, tante idee ma anche tante paure.

Paura di non farcela, di non essere all’altezza, di non poter mantenere lo stesso tenore di vita che potevo permettermi con il mio stipendio da dipendente.

Tra le tanti passioni che avevo coltivato nei primi 42 anni di vita, una era legata alla magia e dopo quei 5 mesi inconcludenti e deprimenti, decisi di iniziare a lavorare come mago per le feste per i bambini, cosa che in maniera inaspettata mi portò presto ad attivare alcune collaborazioni con le onlus legate ai reparti di oncologia pediatrica di Torino.

Il primo click che cambiò radicalmente il mio futuro arrivo li, da alcune mamme nei reparti che mi dicevano “complimenti non tanto per quello che fai, che lo fai benissimo, ma per quello che dici mentre lo fai”

Negli anni successivi avrei fatto mie le parole di uno scrittore italiano esperto in neuro linguistica : “Sei le parole che usi, diventi le parole che scegli, così come stai, dici, così come dici stai“.

E da li, rispettando il tempo per raggiungere il mio obiettivo iniziò il mio vero viaggio da Infotainer .

Arrivarono le feste private, i primi eventi aziendali, i palcoscenici importanti dove prese in vito il motto: “informo intrattenendo, semplifico messaggi complessi e utilizzando la metafora magica, li metto in scena in chiave teatrale“.

Presi piano piano coscienza delle mie potenzialità inespresse da tempo e tutto inizia a prendere vita in maniera naturale, come realizzare ogni volta, per ogni azienda, uno spettacolo diverso e personalizzato, confezionato su misura.

Presi piano piano coscienza delle mie potenzialità inespresse da tempo e tutto iniziava a prendere vita in maniera naturale, come il realizzare ogni volta, per ogni azienda, uno spettacolo diverso e personalizzato, confezionato su misura.

Con gli eventi di palco arrivarono le prime richieste di corsi per parlare in pubblico e mentre tutto si evolveva davanti ai miei occhi e prendeva forma, la direzione diventava sempre più chiara.

Intanto la nebbia attraverso la quale navigavo a vista negli anni prima, iniziava a diradarsi.

Ogni mio intervento era mirato al sostegno del prossimo nel superare i propri limiti nell’ambito della comunicazione, nel riuscire a costruire uno speech, saperlo presentare motivando, emozionando, facendo sorridere il proprio pubblico, per poi riuscire a farlo passare all’azione.

Dentro di me scorreva quello che oggi è diventato il mio lavoro:

1) sostenere il prossimo

2) aiutarlo a dare vita alle proprie potenzialità inespresse

3) imparare a prendersi cura di se stessi per migliorare la propria vita dal punto di vista personale e professionale.

In un primo step questi risultati li ottenevo come formatore nell’ambito del public speaking e come Infotainer nell’ambito dell’educazione finanziaria.

Poi arriva il 2020 e tutti i progetti messi in piedi dal 2012 finiscono nel limbo.

COACHING: ALTRO GIRO, ALTRA CORSA!

La vita ancora una volta mi metteva di fronte ad una scelta. La magia ed il pensiero laterale mi avevano insegnato che davanti ad ogni problema si celava una grande opportunità di vita. Anche se questa frase motivazionale per molti oggi é considerata da “Fuffa guru” vi assicuro che non é così.

La verità? Più facile tenervi sotto scacco con il pensiero che siete inadatti a provare a fare qualche cosa che vive dentro di voi, così vi convincete che il cambiamento sia difficile, stancante ed inutile.

Io sono dell’idea che “non provare vuol dire rimanere con il dubbio di non aver provato” e quando decidi di iniziare, togliti il pensiero che sia tutto semplice, poco costoso ed immediato.

Ogni cambiamento necessita di tempo, perseveranza e costanza ed anche un bel poco di fatica, che però ripaga. Mi sono rimboccato le maniche e tutto il know How legato alla comunicazione, alla formazione e al sostegno di coloro che rimanevano indietro bloccati dalle proprie emozioni è confluito nel coaching.

Da Marzo 2020 ho iniziato gli studi per certificarmi Coach ICF, coaching by Values con due attestati sulla gestione delle emozioni di Paul Ekman e decido di mettere tutto il mio know how e competenze a disposizione dei miei clienti, Gianvito, l’artigiano di emozioni, coach Life & Business

CHI SONO I CLIENTI DEL MIO PERCORSO DI COACHING ?

Professionisti affermati nella vita lavorativa ma che davanti agli imprevisti fisiologici della vita non sono completamente in grado di accogliere e ascoltare le proprie emozioni e rimangono bloccati.

Un blocco che se prolungato influirebbe sulle loro relazioni (personali, familiari e professionali), sulle scelte legate al desiderio di prendersi cura di se stessi per poi vivere sereni con il proprio partner, i propri figli, il proprio team di lavoro creando intorno a se un ambiente sicuro.

Oppure quella sensazione fastidiosa di poter fare di più e dare vita a potenzialità inespresse nell’ambito professionale, il desiderio di essere faro e luce di guida ma sentirsi invece una candela in balia del vento.

Nasce così #diventaprotagonistadellatuavita il mio percorso di coaching di 12 settimane.

COACHING: ATTORE O COMPARSA DELLA TUA VITA?

Perché protagonista della tua vita? per il semplice motivo che in questa grande opera di improvvisazione teatrale che tutti noi viviamo ogni giorno, è necessario decidere se essere protagonisti o semplici comparse.

Il protagonista studia, combatte e si mette in discussione, per rimanere saldo sui propri principi e valori, per vivere bene ed in equilibrio con se stessi e le persone che ama e con le quali si relaziona ogni giorno.

Il protagonista ispira, si fa ascoltare, guida se se stesso e gli altri.

La comparsa entra ed esce di scena e pochi la ricordano.

Sul mio sito, nella sessione materiali, tutti gratuiti, puoi iniziare ad esplorare il tuo sentire con un book completo di esercizi e 12 video che passo per passo ti spiegano cosa vuol dire fare un percorso di coaching. CLICCA QUI , scopri le peculiarità del life coaching e del business coaching.

Coaching: Tu ti consideri una comparsa? non credo!

Vuoi diventare protagonista della tua vita iniziando a prenderti cura di te stesso per poi diventare il porto dove navi in mezzo alla tempesta possano trovare rifugio e riposo?

Io ogni mese accolgo i form che mi permettono di entrare in contatto con coloro che desiderano essere protagonisti della propria vita. Se questo posto ha fatto vibrare qualche corda della tua anima, CLICCA QUI e accederai al form che ci permetterà di conoscerci e capire se i miei strumenti di coaching sono allineati al tuo reale desiderio di cambiamento, trasformazione ed evoluzione, personale e professionale.

Prendiamo insieme la bussola della direzione dove vuoi andare ed iniziamo questo viaggio insieme, è ne mare in tempesta che si vedono i veri marinai.

Ti aspetto dall’altra parte, tu cosa aspetti?

coaching: protagonista o comparsa

Indice dei contenuti

Articoli correlati